VENICE
OFFSHORE PORT

innovare per competere globalmente

ITF, IL VOOPS PUO’ CONTRIBUIRE ALLA DECARBONIZZAZIONE

P

Attualmente la portualità si trova di fronte alla necessità di rispondere alla sfida della riduzione delle emissioni attraverso la ricerca di innovazioni tecnologiche e organizzative da applicare nei porti, ma ancor più da favorire nelle tratte marittime e terrestri delle catene logistiche. Questo significa imparare a gestire il gigantismo navale e costruire catene logistiche verdi che mettano assieme in maniera sostenibile le tre “gambe” del sistema: le tratte marittime, i porti e l’hinterland servito.

Mentre i porti sono direttamente responsabili di una minima parte delle emissioni, per ridurre al massimo la produzione di Co2 la vera differenza si gioca sulla scelta del “porto giusto”, in termini posizione geografica e capacità operativa.

Questo concetto, ha dichiarato Paolo Costa nel corso della tavola rotonda intitolata “Innovazioni per il trasporto marittimo verde: il ruolo dei porti” – è particolarmente valido per  le catene logistiche tra Europa e Far East, nelle quali la tratta marittima conta per il 68% delle emissioni di Co2, il come si raggiunge il mercato a terra per il 30% e, infine, i porti contano per il 2%. Questo significa che avere porti efficienti capaci di accogliere le mega navi potrebbe consentire di abbattere le emissioni a 30kg per container per giorno dagli attuali 120kg prodotti dall’uso di navi più piccole che oggi operano sulla rotta verso oriente. La scelta di un porto capace di accogliere le mega navi e vicino al mercati di destinazione è quindi la chiave per realizzare catene sostenibili che minimizzino le esternalità garantendo le connessioni più brevi e quindi più verdi”.

Per realizzare questo obiettivo è evidente che servono innovazioni tecnologiche portuali capaci di gestire nuovi modelli di trasporto basati sì sull’uso delle mega navi, ma anche capaci di deconsolidare i traffici in maniera efficiente e flessibile grazie all’inoltro delle merci via strada, ferrovia e lungo le vie navigabili lungo le vie più brevi.

decarbonising-transpot-itf-summit-2016

Lascia un Commento