VENICE
OFFSHORE PORT

innovare per competere globalmente

Piano Juncker compie un anno, Italia primo beneficiario con 45 mila Pmi coinvolte

A giugno il Piano Juncker ha compiuto un anno e, da fonti ANSA, si apprende che continuerà anche al di  là del 2018. L’EFSI, il Fondo europeo per gli investimenti strategici, ha messo a disposizionje 315mld di cui ne sono già stati mobilitati 100mld. Bruxelles ha confermato che l’Italia è il primo  beneficiario con ben 45 mila Pmi coinvolte.

La Commissione propone anche di aumentare i fondi previsti per tutte le Pmi, visto il grande successo riscontrato finora degli accordi di finanziamento con le banche per facilitare  l’accesso al credito.

Il Piano sta funzionando a  dispetto dei pessimisti, per questo proponiamo di estenderlo  dopo il 2018“, ha dichiarato il presidente della Commissione  Jean-Claude Juncker.

Tra le altre novità, per migliorare l’efficacia del Piano è previsto anche un rafforzamento dell’assistenza a livello locale dell’Advisory  hub, per fornire consigli più mirati per mettere in piedi i  progetti in cerca di finanziamenti. Al via anche il portale  online dei progetti in cerca di finanziamenti, con l’obiettivo  di mostrare ai potenziali investitori opportunità interessanti.

I progetti italiani promossi sul sito al momento sono 3 e tra questi anche il VOOPS di Venezia assieme al miglioramento della rete  idrica e fognaria di Pordenone, e al parco montano “The magic  mountain park” tra Piemonte e Val d’Aosta lungo la Torino-Monte  Bianco.

Per essere  pubblicizzati sul portale, i progetti devono infatti rispettare priorità e  principi Ue ed essere presentati in modo proattivo da società senza problemi giudiziari. L’obiettivo dell’EFSI è quello di “aumentare  la loro visibilità“, ha spiegato il vicepresidente della Commissione Ue per la crescita Jyrki Katainen , dopo che  investitori di Golfo, Asia e Usa hanno fatto notare la necessità di avere un “luogo” dove trovare progetti europei interessanti.

Lascia un Commento