VENICE
OFFSHORE PORT

innovare per competere globalmente

FORMICHE – MENO PORTI MA PIU’ EFFICIENTI

Se fino a ieri la politica delle grandi infrastrutture di trasporto per la crescita dell’Italia doveva puntare tutto sui valichi alpini per raggiungere il mercato interno europeo, oggi deve guardare con altrettanta urgenza strategica ai porti.

Anche con una politica infrastrutturale più decisa di quella finora messa in campo. L’obsolescenza funzionale odierna è simboleggiata dal fatto che nessun porto italiano è in grado di trattare i megacarichi da 18mila TEU e più che caratterizzano la rotta Europa-Estremo Oriente.

Da tanti porti inutili, a pochi sistemi portuali utili.

Clicca qui per scaricare l’intervento completo di Paolo Costa pubblicato su Formiche

Lascia un Commento